Arneis Langhe

Arneis Langhe: storia e origine

Arneis Langhe: storia e origine

154 Recensioni analizzate.
1
emanuele rolfo Roero Arneis docg Menelic Riserva 2019 : conf da 6 Bottiglie
emanuele rolfo Roero Arneis docg Menelic Riserva 2019 : conf da 6 Bottiglie
2
Ceretto - Langhe Arneis Blangé BIO - 3 bottiglie
Ceretto - Langhe Arneis Blangé BIO - 3 bottiglie
3
emanuele rolfo Poker di Bianchi del Roero: 2 Bott Arneis '22 + 1 Favorita '22 + 1 Arneis Riserva Menelic '20
emanuele rolfo Poker di Bianchi del Roero: 2 Bott Arneis '22 + 1 Favorita '22 + 1 Arneis Riserva Menelic '20
4
6 Bottiglia BLANGE ARNEIS 2021 Ceretto 75 cl
6 Bottiglia BLANGE ARNEIS 2021 Ceretto 75 cl
5
Ceretto - Langhe Arneis Blangé BIO - 2 bottiglie (0,75 L x 2)
Ceretto - Langhe Arneis Blangé BIO - 2 bottiglie (0,75 L x 2)
6
Batasiolo ROERO ARNEIS DOCG - Vino Bianco Pregiato Fermo - Gusto Minerale Secco e Intenso
Batasiolo ROERO ARNEIS DOCG - Vino Bianco Pregiato Fermo - Gusto Minerale Secco e Intenso
7
Toso S.p.a Toso Vino Bianco Langhe DOC Arneis, Piemonte, 6 bottiglie, 6 x 750ml
Toso S.p.a Toso Vino Bianco Langhe DOC Arneis, Piemonte, 6 bottiglie, 6 x 750ml
8
Batasiolo, LANGHE DOC CHARDONNAY SERBATO, Vino Bianco Fermo Secco, Brillante ed Equilibrato
Batasiolo, LANGHE DOC CHARDONNAY SERBATO, Vino Bianco Fermo Secco, Brillante ed Equilibrato
9
Vino Bianco ARNEIS LANGHE Sarot Doc (0.75l) Cascina Carlòt Claudio Mo -pv
Vino Bianco ARNEIS LANGHE Sarot Doc (0.75l) Cascina Carlòt Claudio Mo -pv
10
Vino Bianco ARNEIS LANGHE Sarot Doc (conf. 3x 0.75l) Cascina Carlòt Claudio Mo -pv
Vino Bianco ARNEIS LANGHE Sarot Doc (conf. 3x 0.75l) Cascina Carlòt Claudio Mo -pv

Arneis Langhe: il bianco piemontese dai mille sapori

Se sei un appassionato di vini, sicuramente avrai sentito parlare dell’Arneis Langhe. Questo vino bianco, originario della regione Piemonte, è noto per il suo carattere fruttato e aromatico, che lo rende perfetto per accompagnare piatti di pesce, verdure e formaggi.

Ma cosa rende l’Arneis Langhe così speciale? Innanzitutto, il suo nome, che in piemontese significa “difficile da coltivare”. Infatti, per lungo tempo questo vitigno è stato considerato poco redditizio e difficile da coltivare, tanto che molti viticoltori lo hanno abbandonato a favore di altre varietà.

Tuttavia, negli ultimi decenni l’Arneis Langhe ha conosciuto una rinascita, grazie alla passione e alla tenacia di alcuni produttori che hanno creduto nel suo potenziale. Oggi, questo vino è apprezzato in tutto il mondo per la sua complessità aromatica e la sua freschezza, che lo rendono perfetto per essere gustato giovane o invecchiato.

Ma qual è il segreto dell’Arneis Langhe? Innanzitutto, la sua posizione geografica. Questo vitigno si coltiva principalmente nelle colline del Roero e delle Langhe, in terreni calcarei e argillosi che conferiscono al vino una buona acidità e un gusto minerale.

Inoltre, la tecnica di vinificazione utilizzata per l’Arneis Langhe prevede una breve macerazione delle bucce, seguita da una fermentazione in acciaio o in botti di legno. In questo modo, si ottiene un vino dal colore paglierino e dal profumo intenso di fiori bianchi, pesca e mela verde.

Ma l’Arneis Langhe non è solo freschezza e profumo. Questo vino sa anche essere corposo e strutturato, soprattutto quando viene lasciato invecchiare in bottiglia per alcuni anni. In questo caso, il suo carattere fruttato si evolve in note di miele, vaniglia e spezie, che lo rendono perfetto per accompagnare piatti più strutturati come il risotto al tartufo o il brasato.

Insomma, l’Arneis Langhe è un vino che merita di essere scoperto e apprezzato. Se sei alla ricerca di un bianco piemontese dal carattere unico e complesso, non puoi non provare questo tesoro delle Langhe.

Proposte alternative e altri vini

Se sei un appassionato di vini bianchi, probabilmente hai già assaggiato i classici Chardonnay e Sauvignon Blanc. Ma se vuoi scoprire qualche varietà meno nota ma altrettanto gustosa, ecco 4 vini bianchi da provare assolutamente.

1. Vermentino: questo vitigno si coltiva principalmente in Sardegna e in Liguria, ma è diffuso anche in altre regioni italiane e in Francia. Il Vermentino si caratterizza per un profumo intenso di fiori bianchi, agrumi e pesca, accompagnato da una piacevole nota salina. Si abbina perfettamente a piatti di pesce e crostacei.

2. Greco di Tufo: originario dell’Irpinia, in Campania, il Greco di Tufo è un vino bianco dalla personalità forte e decisa. Il suo aroma intenso di fiori e frutta esotica si abbina perfettamente a piatti di pesce e frutti di mare, ma si presta anche a essere gustato da solo come aperitivo.

3. Gavi: questo vino bianco piemontese si ottiene dal vitigno Cortese e si caratterizza per un profumo delicato di fiori bianchi e frutta a polpa bianca. La sua acidità equilibrata lo rende perfetto per accompagnare piatti di pesce, verdure e formaggi freschi.

4. Riesling: originario della Germania, il Riesling è un vino bianco aromatico e fresco, dal profumo intenso di frutti esotici, agrumi e fiori. Si abbina perfettamente a piatti di pesce e frutti di mare, ma si presta anche a essere gustato da solo come aperitivo.

Questi sono solo alcuni dei tanti vini bianchi che vale la pena scoprire e assaggiare. Ognuno di loro ha il suo carattere e la sua personalità, ma tutti sono perfetti per accompagnare piatti di pesce fresco o per essere gustati da soli, in compagnia di amici e buona musica.

Arneis Langhe: abbinamenti e consigli

L’Arneis Langhe è un vino bianco dalle note fruttate e aromatiche, prodotto principalmente nelle regioni piemontesi del Roero e delle Langhe. Grazie alla sua complessità aromatica e alla sua freschezza, l’Arneis Langhe è un compagno ideale per molti piatti della cucina italiana.

In particolare, questo vino si abbina perfettamente a piatti di pesce, verdure e formaggi freschi. Ad esempio, un buon bicchiere di Arneis Langhe può essere gustato con un antipasto di mare, come le cozze alla marinara o i gamberi in padella. In abbinamento a piatti a base di verdure, come una frittata di zucchine o una insalata di carciofi, l’Arneis Langhe esalta la freschezza e la croccantezza degli ingredienti.

Ma l’Arneis Langhe può essere apprezzato anche con piatti più strutturati, come il risotto ai funghi porcini o il brasato di vitello. In questi casi, la sua struttura corposa e le note di miele e spezie che si sviluppano con l’invecchiamento in bottiglia, creano un abbinamento perfetto con i sapori decisi dei piatti.

Infine, l’Arneis Langhe si presta anche ad essere gustato da solo come aperitivo o in compagnia di formaggi freschi e leggeri, come la ricotta o la mozzarella di bufala.

Insomma, l’Arneis Langhe è un vino versatile e adatto a molte occasioni gastronomiche della cucina italiana. Scegliere il giusto abbinamento è la chiave per apprezzare al meglio le sue caratteristiche e godere di un’esperienza enogastronomica completa.