Frascati Superiore

Frascati Superiore, abbinamenti e storia

Frascati Superiore, abbinamenti e storia

4880 Recensioni analizzate.
1
Barolo DOCG 2017 - Vinae Sens - Comune di La Morra
Barolo DOCG 2017 - Vinae Sens - Comune di La Morra
2
496 - FRASCATI SUPERIORE DOCG - 3 bottiglie
496 - FRASCATI SUPERIORE DOCG - 3 bottiglie
3
Frascati Superiore DOCG “Racemo Bio Bianco” 2018 – L’Olivella - Cassa da 3 bottiglie
Frascati Superiore DOCG “Racemo Bio Bianco” 2018 – L’Olivella - Cassa da 3 bottiglie
4
Amarone della Valpolicella Valpantena DOCG Bertani 2019 0,75 ℓ, Cassetta di legno
Amarone della Valpolicella Valpantena DOCG Bertani 2019 0,75 ℓ, Cassetta di legno
5
Bordeaux AOC Le Petit Sergolle Baron de Sergolle 2021 0,75 ℓ
Bordeaux AOC Le Petit Sergolle Baron de Sergolle 2021 0,75 ℓ
6
Toureal 8ml Spruzzino Profumo Ricaricabile, Vaporizzatore da Viaggio, Atomizzatore Nebulizzatore Profumo, Bottiglie Porta Profumo Spray (Nero)
Toureal 8ml Spruzzino Profumo Ricaricabile, Vaporizzatore da Viaggio, Atomizzatore Nebulizzatore Profumo, Bottiglie Porta Profumo Spray (Nero)
7
Villa Bucci Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2021
Villa Bucci Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2021
8
Stampa artistica da parete su tela John Singer Sargent The Fountain Villa Torlonia Frascati Italy - Poster da camera da letto moderna e familiare, 40 x 60 cm
Stampa artistica da parete su tela John Singer Sargent The Fountain Villa Torlonia Frascati Italy - Poster da camera da letto moderna e familiare, 40 x 60 cm
9
lombardiangelo TAPPETI Erba Villa Superior MT.2X5
lombardiangelo TAPPETI Erba Villa Superior MT.2X5
10
Graves AOC Cuvée Beausoleil Château Petit Mouta 2018 0,75 ℓ
Graves AOC Cuvée Beausoleil Château Petit Mouta 2018 0,75 ℓ

Frascati Superiore: un viaggio tra le colline romane

Se sei un appassionato di vini, sicuramente avrai sentito parlare del Frascati Superiore. Si tratta di un vino DOCG prodotto nei dintorni di Roma, precisamente nella zona dei Castelli Romani. Ma cosa rende così speciale questo vino?

Innanzitutto, va detto che il Frascati Superiore è un vino bianco secco, ottenuto dalle uve dei vitigni Malvasia del Lazio, Trebbiano Toscano, Bellone, Greco e Bombino. La zona di produzione, che comprende i comuni di Frascati, Grottaferrata, Monteporzio Catone e Montecompatri, è caratterizzata da un clima mite e dalla presenza di colline vulcaniche, che conferiscono al vino un aroma particolare e un sapore unico.

Ma non è solo la zona di produzione a fare la differenza. Il Frascati Superiore deve infatti rispettare alcune regole precise per poter essere considerato tale. Innanzitutto, deve essere ottenuto da uve provenienti da vigneti con una resa massima di 90 quintali per ettaro. Inoltre, la vinificazione deve avvenire in modo tradizionale, con una durata minima di 12 ore per la macerazione delle bucce e una fermentazione a una temperatura controllata di 18-20 gradi Celsius.

Ma passiamo al sapore. Il Frascati Superiore si presenta di un colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Al naso, si percepiscono note di frutta bianca, agrumi e fiori di campo. In bocca, è un vino fresco e ben equilibrato, con una buona acidità e una piacevole persistenza.

Il Frascati Superiore è un vino versatile, che si presta a molteplici abbinamenti gastronomici. Si sposa perfettamente con antipasti a base di pesce, primi piatti leggeri, piatti a base di verdure e formaggi freschi. In particolare, è ideale per accompagnare la famosa porchetta dei Castelli Romani, un piatto tipico della zona.

Insomma, il Frascati Superiore è un vino che merita di essere scoperto e apprezzato. Non perdete l’occasione di assaggiarlo durante una visita ai Castelli Romani o di gustarlo a casa in compagnia di amici e parenti. Vi assicuro che non ve ne pentirete. Salute!

Proposte alternative e altri vini

Se sei un appassionato di vini bianchi, allora sei nel posto giusto. In questo articolo ti suggerirò 4 vini bianchi da provare assolutamente, ognuno con le sue caratteristiche uniche e il suo stile particolare.

1. Vermentino di Sardegna: Il Vermentino di Sardegna è uno dei più rinomati vini bianchi italiani, apprezzato per il suo carattere fresco e fruttato. Il suo colore giallo paglierino con riflessi verdognoli lo rende subito riconoscibile, mentre al naso si possono percepire note di frutta tropicale, agrumi e fiori di campo. In bocca, è un vino fresco e aromatico, con una buona acidità e una piacevole persistenza. È perfetto per accompagnare piatti a base di pesce, frutti di mare e verdure grigliate.

2. Chardonnay: Il Chardonnay è uno dei vini bianchi più famosi al mondo, noto per la sua complessità e la sua ricchezza di aromi. Questo vino può assumere diverse sfumature a seconda della zona di produzione e dell’affinamento. In genere, il Chardonnay si presenta di un colore giallo dorato con riflessi verdognoli. Al naso, si possono percepire note di frutta matura, burro e vaniglia. In bocca, è un vino corposo e rotondo, con un’acidità bilanciata e una lunga persistenza. Il Chardonnay si presta ad abbinamenti con piatti ricchi, come carni bianche, formaggi stagionati e piatti a base di funghi.

3. Sauvignon Blanc: Il Sauvignon Blanc è un vino bianco fresco e profumato, noto per le sue note agrumate e vegetali. Si presenta di un colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, mentre al naso si percepiscono aroma di mela verde, pompelmo, erbe aromatiche e fiori di sambuco. In bocca, è un vino secco e acidulo, con una buona persistenza e una leggera nota amarognola. Il Sauvignon Blanc è l’abbinamento perfetto per piatti a base di pesce, formaggi freschi e insalate leggere.

4. Greco di Tufo: Il Greco di Tufo è un vino bianco originario della Campania, noto per il suo sapore intenso e complesso. Si presenta di un colore giallo dorato con riflessi verdognoli, mentre al naso si possono percepire note di frutta matura, miele e fiori di pesco. In bocca, è un vino morbido e vellutato, con una buona acidità e una lunga persistenza. Il Greco di Tufo si sposa perfettamente con piatti a base di pesce, crostacei e formaggi stagionati.

Insomma, questi sono solo alcuni degli innumerevoli vini bianchi che l’Italia ha da offrire. Scegli quello che più ti piace e fai un brindisi alla vita!

Frascati Superiore: abbinamenti e consigli

Il Frascati Superiore è un vino bianco secco prodotto nei dintorni di Roma, precisamente nella zona dei Castelli Romani. Si tratta di un vino versatile, che si presta a molteplici abbinamenti gastronomici.

Innanzitutto, il Frascati Superiore è perfetto per accompagnare antipasti a base di pesce, come carpacci, tartare e insalate di mare. La sua freschezza e la sua acidità sono il complemento ideale per esaltare la delicatezza del pesce.

Il Frascati Superiore si sposa anche perfettamente con primi piatti leggeri, come pasta con pomodoro fresco, zucchine e gamberetti, o risotto alla pescatora. La sua nota fruttata e la sua acidità ben equilibrata si armonizzano alla perfezione con i sapori delicati di questi piatti.

Per quanto riguarda i secondi piatti, il Frascati Superiore si presta ad abbinamenti con piatti a base di verdure, come frittate di zucchine o melanzane alla parmigiana. Inoltre, è l’ideale per accompagnare formaggi freschi, come la mozzarella di bufala, o piatti a base di carni bianche, come il pollo alla griglia.

Infine, non dimentichiamo i dolci. Il Frascati Superiore è perfetto per accompagnare dessert a base di frutta fresca, come fragole, pesche o meloni, o dolci alla crema, come la panna cotta o la cheesecake.

Insomma, il Frascati Superiore è un vino che si presta a molteplici abbinamenti gastronomici. La sua freschezza, la sua acidità e la sua nota fruttata lo rendono il compagno perfetto per una cena leggera, ma anche per un pasto più sostanzioso. Scegliete il piatto che preferite e accompagnatelo con un buon bicchiere di Frascati Superiore. Non ve ne pentirete!